“Libando” torna sui banchi di scuola per diffondere la cultura della sostenibilità e l’economia circolare.

“Libando Incontra” è l’appuntamento dedicato agli studenti di Foggia che dialogheranno con importanti ospiti sul tema Cibo e RicicloMartedì 16 aprile ore 9.00 Aula Magna I.I.S.S. “Einaudi -Grieco” – Foggia

Libando, viaggiare mangiando” torna sui banchi di scuola per diffondere, anche tra i più giovani, la cultura della sostenibilità e l’economia circolare.

Martedì 16 aprile alle ore 9.00 nell’aula magna dell’I.I.S.S. “Einaudi-Grieco” (in via Napoli 103) di Foggia, è in programma l’appuntamento con “Libando Incontra” che vedrà dialogare gli studenti delle scuole superiori con personaggi del mondo dell’imprenditoria, della cultura e del sociale sul tema Cibo e Riciclo.

Aprirà i lavori l’assessore alla Cultura del Comune di Foggia Anna Paola Giuliani. Tra gli ospiti ci sarà Roberto Tuorto dell’associazione Banco Alimentare Campania, perché “Libando” ha siglato un accordo di partenariato a livello nazionale con la Fondazione Banco Alimentare Onlus che sarà charity partner dell’evento. Gli studenti avranno la possibilità di conoscere una realtà che opera ogni giorno, su tutto il territorio nazionale, recuperando le eccedenze alimentari per ridistribuirle gratuitamente agli enti caritativi che aiutano gli indigenti.

Con Domenico Cicolella responsabile comunicazione de La Puglia Recupero – azienda foggiana punto di riferimento nella raccolta dei rifiuti da oltre 25 anni – si esplorerà il tema della valorizzazione del rifiuto proveniente dalla raccolta differenziata.

Il riuso creativo dei materiali di scarto sarà al centro dell’intervento di Michela Rociola, presidente dell’associazione ScartOff, una eco-bottega di artigianato formata da designers, makers e creativi che hanno unito le loro esperienze e valori nel progetto vincitore del bando regionale “Principi Attivi”. Il modello produttivo e di progettazione sostenibile a cui si ispira ScartOff è quello dell’economia circolare, riducendo lo scarto prima che venga dismesso.

E poi ci sarà lo scrittore Andrea Serra che nel suo libro “Frigorifero mon amour” (edito da Miraggi Edizioni con il sostegno del Banco Alimentare del Piemonte), balzato ai vertici della classifica Bestseller Narrativa di Amazon, affronta in chiave ironica il tema dello spreco alimentare. «Se pensiamo che nel mondo occidentale si spreca una quantità di cibo tale da poter sfamare quattro volte gli 800 milioni di persone che soffrono la fame sul pianeta, non possiamo rimanere indifferenti» spiega l’autore che tiene molto ad andare nelle scuole per parlare agli studenti.

Anche quest’anno Marina Mastromauro, amministratore delegato del Pastificio Granoro, rappresenterà il mondo dell’imprenditoria. La sua azienda, fondata nel 1967, ha sede a Corato – territorio da sempre conosciuto come zona di produzione dei migliori grani duri d’Italia e d’Europa – ed è oggi una tra le più importanti realtà produttive italiane nel settore della pasta secca di semola di grano duro e di alcuni prodotti come i pomodori e l’olio, legati per tradizione al primo piatto.

Immancabile l’Università degli Studi di Foggia, che rinnova anche quest’anno la collaborazione con “Libando”. A parlare del tema scelto per la 6^ edizione dell’evento sarà il direttore del Dipartimento di Economia Francesco Contò.

La 6^ edizione di “Libando, viaggiare mangiando” in programma a Foggia dal 3 al 5 maggio è promossa dal Comune di Foggia, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con Di terra di mare, Red Hot, Streetfood Italia, con il sostegno di Confcommercio Provincia di Foggia, con il charity partner Banco Alimentare, con il patrocinio di Regione Puglia, Puglia Promozione, Provincia di Foggia, Federturismo Confindustria, Symbola e Università degli Studi di Foggia.

 

www.facebook.com/libandowww.libando.com

Allegati

Totale allegati: 2

nome tipo dimensioni link
CS05-Libando-Incontra2019 Documento / File 2 MB
libando-incontra2019 Immagine 270 KB

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi