Presentata a Foggia la 5^ edizione di “Libando, viaggiare mangiando” sul tema “Cucina Madre”

11 aprile 2018
235 Visite

Il gusto vero del convivio e dello stare insieme. A Foggia dal 20 al 22 aprile 2018.

Libando Viaggiare Mangiando” rappresenta il gusto vero del convivio e dello stare insieme. Dal 20 al 22 aprile Foggia si prepara ad accogliere la 5^ edizione della manifestazione, promossa dal Comune di Foggia, Assessorato alla cultura, in collaborazione con l’associazione Di terra di mare, l’impresa creativa Red Hot, Streetfood Italia, Le Mamme dei Vicoli e Asernet.

«“Libando” è una festa e l’amministrazione sente il dovere di continuare ad organizzare questo evento che piace tanto al pubblico, nato nel maggio 2014 da una bella intuizione e io credo che le belle idee siano una proprietà comune», ha affermato l’assessore alla Cultura del Comune di Foggia Anna Paola Giuliani in apertura della conferenza stampa svoltasi oggi, mercoledì 11 aprile, a Foggia nella Sala Fedora del Teatro ‘U. Giordano’ gremita di stampa, produttori e pubblico.

«Il festival di street food continua a crescere e sostiene la città, facendo cultura e registrando numeri importanti» ha sottolineato il dirigente del Comune di Foggia Carlo Dicesare.

E conquista anche nuovi spazi: a piazza Purgatorio, piazza De Sanctis, via Duomo e piazza C. Battisti si aggiungono corso V. Emanuele e Piazza Marconi, oltre al Museo Civico e al Circolo Daunia.

Dopo Mediterraneo in strada, Urban food e Grani di Puglia il tema scelto per la 5^ edizione di “Libando” è Cucina Madre, un chiaro richiamo all’ anima e non al tecnicismo dell’arte culinaria, dove la trasmissione della cultura orale passa di generazione in generazione attraverso la figura femminile.

«Mi piace l’idea di una madre in cucina, non per stereotipo, non per obbligo, ma per vocazione. Trasferisce l’idea dell’accoglienza, del conforto, del calore dell’ospitalità del Sud», ha dichiarato Anna Paola Giuliani.

Ad illustrare le tante novità, gli ospiti e il programma della quinta edizione sono state le ideatrici dell’evento Ester Fracasso e Maria Pia Liguori.

Quest’anno Libando ha una madrina d’eccezione e donne chef importanti che saranno protagoniste dei Laboratori del Gusto. «Abbiamo scelto come madrina Tessa Gelisio, conduttrice della nota trasmissione “Cotto e mangiato”, perché ci sembrava la forma più diretta per rappresentare la cucina delle nostre case e non quella dei virtuosismi dei grandi chef, ha spiegato Ester Fracasso aggiungendo: vogliamo trasmettere l’anima di ciò che gira intorno alla preparazione del pranzo della festa o di quello quotidiano».

A Libando oltre alle cuoche e chef del nostro territorio, saranno comunque presenti chef importanti, quali Faby Scarica, vincitrice di Top Chef con la seconda classificata Cinzia Fumagalli che porteranno in cucina la tradizione. Ci saranno i foodblogger de “La Cucina del Fuorisede” e Donna Nunzia, la signora dei bassi di Bari vecchia, diventata di rilevo nazionale per le sue orecchiette.

Altra novità di questa edizione sarà “Librando, leggere mangiando” la sezione di incontri letterari con il cibo, con la presenza delle scrittrici Chiara Cesetti, Natalia Cattelani e Maria Gallo.

Spazio all’arte con la mostra fotografica “Cucina Madre” a cura del Foto Cine Club Foggia, e alle famiglie con i bambini con il “Villaggio Libandino”, allestito in piazza Purgatorio, e i laboratori a loro dedicati.

Aumenta sempre più la consapevolezza che “Libando” non sia più solo street food ma un evento capace di fare economia, cultura, marketing territoriale. Non a caso la tavola rotonda di quest’anno si intitola “Turismo ed enogastronomia, due leve per lo sviluppo” e vedrà a confronto relatori importanti che rappresentano la Puglia in questi settori.

«“Libando” rappresenta anche una grande opportunità per le aziende pugliesi dell’agroalimentare orientate all’internazionalizzazione che grazie al B2B incontreranno buyer provenienti da Irlanda, Serbia e Svezia. E la lingua non costituirà un ostacolo, perché saranno presenti i traduttori della SSML San Domenico», ha spiegato Maria Pia Liguori.

E dopo Refless e TocTocDoor, anche questa volta “Libando” sostiene una startup. Si chiama Velò, il progetto nato a Foggia nel gennaio scorso, dalla passione per la bici di Fulvio Guerra che ha spiegato: «Velò è un corriere su pedali, consegniamo tutto e siamo sostenibili, il nostro obiettivo è ridurre al minimo l’emissione di CO2».

In occasione di “Libando Viaggiare Mangiando” i negozi di Foggia osserveranno delle aperture straordinarie. «Anche per noi Libando è una festa, sosteniamo Libando perché è l’unico momento in cui la città si riempie di gente», ha dichiarato Lucia La Torre, vice presidente di Confcommercio Foggia.

Aperture straordinarie anche per i monumenti della città: gli Ipogei di piazza Purgatorio e via San Domenico (da venerdì a domenica dalle 21 alle 24), la Chiesa di Santa Maria della Misericordia (da venerdì a domenica dalle 21 alle 24), la Cattedrale (da venerdì a domenica dalle 21 alle 23). Per informazioni contattare la guida turistica Franca Palese al 320.3724578.

Durante “Libando Viaggiare Mangiando” si aprirà un paesaggio visivo urbano nuovo in città, grazie alla partecipazione straordinaria dell’artista Romano Baratta lighting designer che proporrà giochi di luce.

A chiudere la manifestazione sarà il “Premio Libando”, novità assoluta introdotta con questa 5^ edizione.

Intanto a partire da giovedì 12 aprile sarà possibile assaporare l’atmosfera di “Libando” con “Aspettando Libando” e i menù street food al costo di 10 euro sul tema “Cucina Madre” nei ristoranti di Foggia, Lucera, Lesina e Peschici.

“Libando Viaggiare Mangiando” vanta il patrocinio di Regione Puglia, PugliaPromozione, Corpo  Consolare Puglia Basilicata Molise, Symbola -Fondazione per le Qualità Italiane, Federturismo Confindustria, Distretto Produttivo Puglia Creativa, Confcommercio Foggia.

www.facebook.com/libandowww.libando.com

#libando18 #cucinamadre

Ph. Monica Carbosiero

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi