A Capodanno festeggiamo insieme col concerto teatrale “Sonetti. Cantare Shakespeare” di Bottega degli Apocrifi.

28 Dicembre 2020
286 Visite

Cosa fate a Capodanno? Nessuno vi avrà posto la fatidica domanda in questo anno insolito, eppure c’è chi è pronto a invitarvi a vivere una serata speciale, da condividere online con le persone care.

La notte di San Silvestro tra le 20.00 e le 10.00 del mattino, all’ora che si preferisce, e poi alle 20.30 del primo giorno del 2021, Bottega degli Apocrifi ci terrà compagnia con lo spettacolo “Sonetti. Cantare Shakespeare”.

Il quarto appuntamento di “Lo facciamo così”, la rassegna su piattaforma digitale ideata dalla compagnia, sarà una vera e propria festa del teatro e della musica.

«Cantare Shakespeare è quella musica nella musica che ci fa perdere il senso dell’orientamento e ci regala un volo inaspettato. È la parola shakespeariana che si fa carne viva e senza alcuna pietà ci tiene il tempo e lo misura con l’amore violento e amabile che ci scorre dentro. Un viaggio allegro e spaventoso, dentro il sogno estremo che è la vita, di cui Shakespeare è il sommo giullare capace di attraversare i secoli», racconta Stefania Marrone, drammaturga della Compagnia che, col regista Cosimo Severo, ha curato la selezione dei sonetti e la traduzione di alcuni di essi.

Lo spettacolo ha i tratti di un rito catartico collettivo che coinvolge una pluralità di artisti: 10 musicisti, 3 attori, 1 danzatrice e 4 performer rimetteranno in vita, sotto una luce assolutamente nuova, i componimenti scritti da Shakespeare come inno alla vita, durante l’imperversare della peste a Londra del 1952.

Uno spettacolo corale immaginato come antidoto alla rabbia e alla distruzione dilagante, celebrato come un inno all’Amore, capace di far vacillare i confini: quelli tra generazioni, quelli tra razze, quelli tra musica e parola e tra poesia e realtà; uno spettacolo fondato sulle mescolanze, per riprendere il dialogo ininterrotto tra noi e il sentire assordante dell’esistenza inquieta.

Beati gli inquieti, i non accontentati, gli infuocati, i camminatori di ponti, gli equilibristi, i danzatori della musica interiore, gli arrampicatori di anime, i collezionisti di tramonti, i conquistatori di arcobaleni.

Lo spettacolo riporterà in scena poesie d’amore di 400 anni fa. «Perché oggi sentiamo urgenza di poesia e bellezza come cura potente», afferma il regista Cosimo Severo.

«Questo è il modo che abbiamo immaginato per stare vicini alla comunità teatrale che si è radunata negli anni intorno al Teatro Comunale “Lucio Dalla” e non solo – dicono gli Apocrifi -. È il modo che abbiamo ora di provare a celebrare un rito vitale a distanza, che si conclude a fine spettacolo con l’incontro in tempo reale con gli artisti coinvolti».

Non si tratterà di uno spettacolo in streaming ma di un video rieditato per l’occasione, scelto  assieme agli altri della rassegna perché particolarmente adatto (per la natura dello spettacolo e per le riprese) anche alla visione su schermo.

Al momento dell’acquisto verranno forniti i link per la visione dello spettacolo e per l’accesso all’incontro con gli artisti, che seguirà la replica del 1 gennaio sera di Sonetti.

I biglietti per “Sonetti. Cantare Shakespeare” sono disponibili sul sito Eventbrite

Il costo del biglietto per il singolo evento a € 7,00 (immaginando così che una famiglia con quel costo assista tutta insieme allo spettacolo).

INFORMAZIONI

Bottega degli Apocrifi / Teatro Comunale “Lucio Dalla”

0884/532829 – 335/244843 dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 20.00

bottegadegliapocrifi@gmail.com

Allegati

Totale allegati: 4

nome tipo dimensioni link
CS-Lo-facciamo-così-SonettiCantareShakespeare Documento / File 277 KB
Sonetti-foto1 Immagine 162 KB
Sonetti-foto2 Immagine 159 KB
Sonetti-foto3 Immagine 119 KB

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi