Appuntamento con evento clou di “Corti in Opera”: sabato 11 maggio alle 20.30 a Lucera. Ingresso libero.

9 Maggio 2019
376 Visite

La serata sarà arricchita dalla presenza dei registi Salvatore Allocca, Vito Palumbo, Daniele Stocchi e Luciano Toriello. Interverranno anche Yussif Bamba e Prince Nani, protagonisti di “Vision with Ambition” e Malich Cissè, attore de “Il mondiale in piazza”. Seguirà la degustazione “Capitanata Food&Wine”.

Sabato 11 maggio alle 20.30 appuntamento con l’evento clou di “Corti in Opera”, il Festival di cortometraggi organizzato dal Cineteatro dell’Opera di Lucera con il sostegno della Regione Puglia e con il patrocinio di Apulia Film Commission, Provincia di Foggia e Comune di Lucera.

La serata chiuderà la 2^ edizione dell’evento – partito l’8 maggio con le proiezioni dedicate alle scuole – che offre agli appassionati di cinema una rassegna di alcuni dei migliori cortometraggi di recente produzione. Tra gli short film che il pubblico potrà ammirare non mancheranno, naturalmente, opere realizzate da autori pugliesi o girate in Puglia.

Il pubblico potrà assistere alla proiezione di sei cortometraggi selezionati dalla direzione artistica: “Bao” di Domee Shi, “La gita” di Salvatore Allocca, “Il mondiale in piazza” di Vito Palmieri, “U Muschittieri” di Vito Palumbo, “Stai sereno” di Daniele Stocchi e “Vision with Ambition” di Luciano Toriello.

La serata, presentata dalla giornalista Tatiana Bellizzi, sarà arricchita dagli interventi degli autori e dei protagonisti dei corti.

Saranno presenti in sala i registi Salvatore Allocca, Vito Palumbo, Daniele Stocchi e Luciano Toriello. E poi Yussif Bamba e Prince Nani, protagonisti di “Vision with Ambition”, e Malich Cissè, attore de “Il mondiale in piazza”.

“Corti in Opera” si concluderà con la degustazione “Capitanata Food&Wine”.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

La direzione artistica di “Corti in Opera” è a cura di Marco Torinello, la direzione organizzativa è affidata a Gianni Finizio.

 

Sinossi dei cortometraggi

“Bao” (2018) di Domee Shi.

La storia è incentrata su una donna che sta soffrendo per la sindrome del nido vuoto e, all’improvviso, si ritrova madre di… un raviolo antropomorfo!

La gita” (2018) di Salvatore Allocca.

All’età di 14 anni, Megalie, figlia di genitori immigrati dal Senegal ma nata e cresciuta in Italia, si trova di fronte al difficile compito di trovare un posto per se stessa nel mondo. Quando le verrà negata l’opportunità di partecipare a una gita scolastica all’estero, un’occasione irripetibile per lei di poter rivelare i propri sentimenti al suo compagno di classe Marco, quel posto nel mondo le sembrerà irraggiungibile. Ma lo sarà poi davvero?

“Il mondiale in piazza” (2018) di Vito Palmieri

Novembre 2017: la nazionale italiana non si qualifica al mondiale di calcio 2018. Ci sono persone che non possono sopravvivere senza la Nazionale da tifare, ciondolano nelle piazze sentendosi inutili e senza uno scopo. Nel sud Italia, un gruppo di ragazzi non si scoraggia e decide di organizzare un mondiale parallelo, da giocarsi in piazza, tra l’Italia e le altre nazionali composte da immigrati. Ma alcuni sono nati in Italia, e si sentono italiani al cento percento. Allora come si fa? La soluzione è una: giocheranno due Italia. E vediamo chi vince.

“U Muschittieri” (2018) di Vito Palumbo.

Il piccolo Giovanni è impaurito dalla statuina del presepe che suo padre gli fa vedere il giorno prima dell’Immacolata. Una serie di eventi delittuosi nella città di Palermo fanno sì che la mente del bambino identifichi quella statuina nel mafioso don Tano Filippone, il mandante degli omicidi. Giovanni è sicuro: anche suo padre è in pericolo! Armato di spada di legno e pettorina da moschettiere, decide di combattere le sue paure per proteggere il padre. Giovanni, da grande, diventerà il magistrato Falcone.

“Stai sereno” (2017) di Daniele Stocchi.

Marco è senza lavoro da troppo tempo ed è ormai in preda allo sconforto. Un giorno decide di chiamare l’unica persona che potrebbe aiutarlo, suo fratello Andrea, trasferitosi da diverso tempo nel nord Italia.

“Vision with ambition” (2018) di Luciano Toriello.

Vivono nel “ghetto” di Borgo Mezzanone, in un centro per minori, nella periferia della città di Foggia; sono cresciuti su strade polverose, dove anche una lattina che rotola diventa pretesto per improvvisare una partita di calcio. Si chiamano Prince, Giovanni, Mohammed, Antonio e sono i figli di un’Italia multietnica, desiderosa di progettare un futuro di riscatto. Spronati e guidati da Mister Bamba – giovane allenatore di origini ghanesi – i ragazzi provano a mettere in piedi una “vera” squadra di calcio: il Real Mezzanone FC. Impareranno così, ancora prima che schemi e tattiche di gioco, l’importanza di coltivare con ambizione il proprio talento, qualsiasi esso sia.

 

https://www.facebook.com/cortinopera/

#CortiInOpera2019 #FestivaldiCortometraggi

Allegati

Totale allegati: 7

nome tipo dimensioni link
CS03-Corti-in-Opera2019-Lucera Documento / File 153 KB
corti-in-opera-programma Immagine 470 KB
il-mondiale-in-piazza Immagine 166 KB
la-gita Immagine 132 KB
Luciano-Toriello-e-Ras-Bamba Immagine 200 KB
stai-sereno Immagine 322 KB
u-muschittieri Immagine 250 KB

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi