Bottega degli Apocrifi e i ragazzi del Teatro Diffuso in viaggio con Dante.

8 Luglio 2019
125 Visite

In pullman da Manfredonia a Ravenna per partecipare allo spettacolo “Purgatorio” del Teatro delle Albe.

La non-scuola: un atto teatrale, pedagogico e artistico, con Marco Martinelli e Ermanna Montanari.

Martedì 9 e mercoledì 10 luglio 2019, Ravenna.

Il mese di luglio è intenso per la compagnia Bottega degli Apocrifi che sta attraversando l’Italia da su a nord all’insegna del teatro e della condivisione di progetti importanti.

Dopo la partecipazione il 5 luglio scorso al Puglia Showcase Kids 2019 con “Schiaccianoci Swing” e l’esperienza pugliese di “TRAC – Teatri di Residenza Artistica Contemporanea” a San Demetrio nei Vestini, in provincia de L’Aquila, il 6 luglio per il seminario “Realtà del teatro: istruzioni per l’uso”, è la volta di Ravenna.

Martedì 9 e mercoledì 10 luglio la compagnia sipontina sarà tra le tribù della non-scuola, che prenderanno parte allo spettacolo “Purgatorio” del Teatro delle Albe.

Un pullman di adolescenti e adulti partirà dalla città di Manfredonia per raggiungere Ravenna e prendere parte a un progetto speciale.

Anche quest’anno, come nel 2017 in occasione di “Inferno”, Ravenna Teatro propone a tutti i partecipanti della non-scuola, della città e di tutta Italia, di partecipare a “Purgatorio. Chiamata Pubblica per la Divina Commedia di Dante Alighieri”, seconda parte del progetto La Divina Commedia: 2017-2021, di Marco Martinelli e Ermanna Montanari. Una coproduzione Ravenna Festival-Teatro Alighieri e Fondazione Matera-Basilicata 2019 in collaborazione con Teatro delle Albe-Ravenna Teatro.

Il 9 e il 10 luglio saranno in scena a Ravenna anche gli adolescenti di Manfredonia, come atto finale del percorso di Teatro diffuso, che ha portato a giugno scorso al debutto dello spettacolo “Uccelli”, realizzato all’interno di “Teatri del Gargano”, progetto sostenuto dalla Regione Puglia tramite l’Avviso a presentare iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – FSC Fondo Sviluppo e Coesione 2014/20 – Patto per la Puglia.

A Ravenna la non–scuola ha generato negli anni un flusso che vede migliaia di giovani appassionarsi alla scena e allo sguardo, chiamati a rivitalizzare in profondità la cultura teatrale della città. Ogni anno a primavera si tiene il festival della non–scuola, un’invasione adolescente del Teatro Rasi che attraversa e divora i classici restituendone l’origine dionisiaca.

Marco Martinelli da quasi trent’anni tiene viva con gli adolescenti la realtà della non-scuola, esperienza teatrale “asinina” e antiaccademica del Teatro delle Albe, nel segno del cortocircuito di arte e vita che la compagnia accende ogni giorno.

Dapprima negli istituti superiori della città di Ravenna, poi in diverse periferie del mondo (da Milano alla Sicilia, passando per Scampia, Lido Adriano e Santarcangelo, dagli Stati Uniti alla Francia e dal Senegal al Brasile e al Kenya), attraverso il contagio della non–scuola si è innestato tra la scena e l’universo corale dei ragazzi un atto teatrale che è al contempo pedagogico e artistico.

“Crediamo che la contaminazione sia parte integrante della nostra pratica teatrale con gli adolescenti, e che l’incontro con i buoni maestri porti con sé frutti preziosi, per questo abbiamo accolto immediatamente l’invito degli amici delle Albe a far parte delle tribù della non scuola sparse in tutta Italia”, affermano Stefania Marrone e Cosimo Severo, drammaturga e regista di Bottega degli Apocrifi.

#BottegadegliApocrifi #TeatrodelleAlbe #Purgatorio #NonScuola

Allegati

Totale allegati: 7

nome tipo dimensioni link
Comunicato - Bottega degli Apocrifi a Ravenna Documento / File 54 KB
Purgatorio - foto Immagine 457 KB
Purgatorio - foto Immagine 472 KB
Purgatorio - foto Immagine 408 KB
Purgatorio - foto Immagine 468 KB
Purgatorio - foto Immagine 426 KB
Purgatorio - foto Immagine 472 KB

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi