I saperi che salvano: corso di formazione per docenti ed educatori promosso dal Progetto Crescincultura

19 Novembre 2020
225 Visite

Un corso gratuito e online rivolto al mondo della scuola ma anche al resto della comunità educante (associazioni, educatori extrascuola, genitori, animatori sociali, guide), sostenuto dall’Impresa Sociale “Con i Bambini”.

Parte il 26 novembre e prosegue con sei appuntamenti fino al 17 dicembre il primo ciclo de “I Saperi che salvano. La valenza formativa dei contenuti della conoscenza e i nuovi saperi essenziali per affrontare le sfide del XXI secolo”. Il corso è attivato all’interno del progetto Crescincultura, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il percorso, che proporrà per il 2021 due nuovi cicli dedicati al sapere scientifico e alle metodologie educative, in questo primo ciclo affronta il tema dei saperi delle scienze umane, quelli che qualcuno chiama scienze morbide. La valenza formativa delle discipline, la psicologia e la pedagogia, la narrazione, la letteratura per l’infanzia, la memoria delle tradizioni, l’etnomusicologia e il campo dei beni culturali saranno i saperi oggetto della prima tappa del corso, con interventi di Laura Marchetti, Tito Vezio Viola, Mariana Berardinetti, Matteo Falcone, Salvatore Villani, Fausto Ferruzza, Vanessa Pallucchi, Gilda Marano, Vanna Gelsomino e Franco Salcuni.

 Nel processo di innovazione educativa che ha investito il dibattito sulla scuola e l’educazione nel corso degli ultimi 60 anni – si legge nella presentazione del corso – si è posta con forza la necessità di un nuovo modo di lavorare incentrato sulla rivoluzione dei metodi educativi, contrapponendo una nuova educazione incentrata sulle metodologie, a una vecchia scuola incentrata quasi esclusivamente sui contenuti. Si è trattato di un momento straordinario di riflessione collettiva che ha cambiato in parte i sistemi educativi. In tutto questo dibattito, però, si rischia di dimenticare che, per completare il processo di innovazione, è necessario affrontare senza remore anche la questione dei saperi, dei contenuti dell’istruire e dell’educare. Non solo perché ogni sapere ha una componente formativa sempre poco esplorata, ma anche e soprattutto perché si rischia di non assolvere al ruolo di nuova alfabetizzazione che i sistemi integrati di educazione, formazione e istruzione devono assumere. Il mondo è cambiato e il mondo dell’educazione rischia di seguire questo cambiamento inseguendo le innovazioni tecnologiche, senza affrontare il tema dei saperi essenziali che stanno dietro, dentro e attorno a quelle innovazioni”.

Il corso – sostenuto dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del progetto Crescincultura, è gestito da Legambiente FestambienteSud e Legambiente Scuola e Formazione (ente accreditato presso il MIUR per la formazione del personale docente) – può essere seguito anche limitatamente a uno, o ad alcuni dei cicli, l’iscrizione ai quali è indipendente una dall’altra.

 

Modalità di partecipazione

Ogni incontro durerà due ore e si terrà in modalità online su piattaforma GoToMeeting, dalle ore 17 alle ore 19. Per iscriversi è necessario compilare il seguente formulario online https://forms.gle/cV3XyMEVxdngzvHn9.

A tutti i partecipanti sarà rilasciata attestazione di frequenza. Per il personale di ruolo della scuola italiana è necessaria l’iscrizione alla piattaforma SOFIA (con il codice corso 50829) per il rilascio dell’attestazione valida ai fini dell’aggiornamento del personale docente. La frequenza di ogni ciclo è indipendente dalla frequenza degli altri cicli ai quali i corsisti dovranno rinnovare l’adesione.

 

PROGRAMMA

Titolo del corso

I SAPERI CHE SALVANO

la valenza formativa dei contenuti della conoscenza e i nuovi saperi essenziali per affrontare le sfide del XXI secolo

Primo ciclo – le scienze morbide

Calendario

1.incontro introduttivo: la valenza formativa dei saperi. Presentazione dei servizi a sostegno della genitorialità

26 novembre 2020 – ore 17-19

Franco Salcuni (Legambiente, coordinatore del progetto Crescincultura), Vanessa Pallucchi (presidente di Legambiente Scuola e Formazione), Matteo Falcone (psicologo) e Mariana Berardinetti (pedagogista)

2.Pensare per storie

Laura Marchetti (Università Mediterranea di Reggio Calabria), Tito Vezio Viola (rete bibliotecaria provinciale di Chieti) e Franco Salcuni

30 novembre 2020 – ore 17-19

3.La Fiaba nella letteratura e nella lettura

Tito Vezio Viola, Laura Marchetti e Franco Salcuni

5 dicembre 2020 – ore 17-19

4.La Fiaba nella memoria e nella cultura orale

Laura Marchetti, Gilda Marano (ricercatrice), Vanna Gelsomino (ricercatrice) e Franco Salcuni

10 dicembre 2020 – ore 17-19

5.Memoria e tradizione: il caso delle musiche tradizionali

Salvatore Villani (docente ed etnomusicologo) e Franco Salcuni

15 dicembre 2020 – ore 17-19

6.Il concetto di Bene Culturale dopo le Convenzioni di Faro e del Paesaggio

Fausto Ferruzza (Legambiente, responsabile nazionale del paesaggio), Vanessa Pallucchi e Franco Salcuni

17 dicembre 2020 – ore 17-19

 

Iscrizioni

link per il formulario online https://forms.gle/cV3XyMEVxdngzvHn9

 

IN PREPARAZIONE
(Sarà possibile iscriversi ai cicli successivi solo dopo la pubblicazione del loro programma e calendario ufficiali)
 Il secondo ciclo su “le frontiere delle scienze dure”.
Incontri su: la Fisica quantistica, la Teoria generale dei sistemi, l’Algoritmo, la Genetica, l’Intelligenza Artificiale e la Biodiversità.
Gennaio-Febbraio 2021
 Il terzo ciclo su “approcci metodologici”
Incontri su: Il Costruttivismo e la pedagogia sistemica, il Cooperative Learning, il Problem solving, la Pedagogia Ermeneutica, la Valutazione Autentica, l’E-Learning, la Ricerca-Azione, la Didattica della Scienza.
Marzo-Maggio 2021

 

Allegati

Totale allegati: 3

nome tipo dimensioni link
Comunicato -I SAPERI CHE SALVANO Documento / File 270 KB
ScuolaFormazioneEducativa Immagine 344 KB
Crescincultura Immagine 383 KB

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi