Proseguono le attività dei ragazzi di iFun a favore della collettività. Questa volta hanno realizzato delle mascherine e le hanno donate a tre realtà del territorio che si prendono cura di grandi fragilità.

3 Novembre 2020
193 Visite

Le mascherine da passeggio, tutte rigorosamente pezzi unici, ma con un fine di utilità sociale: donarle a chi si prende cura di grandi fragilità. Per questa ragione, sono state prodotte per essere donate a tre realtà del territorio: i Fratelli della Stazione, l’Associazione A.G.A.P.E. e la Struttura di Neuropsichiatria Infantile Adolescenziale del Policlinico Riuniti di Foggia.

La ricchezza è fatta di incontri speciali. I ragazzi del progetto iDO negli ultimi tempi hanno incontrato le giovani e creative imprenditrici di iPez, Federica Tonti e Giulia Ricciardi. Da questo incontro è nato un laboratorio per la creazione di mascherine in stoffa. Tutte rigorosamente pezzi unici, disegnate e tagliate dai ragazzi con disturbo dello spettro autistico, poi cucite e rifinite da Federica e Giulia. Ad agevolare la collaborazione è stata anche la vicinanza delle sedi operative, quella di iPez è negli spazi della Masseria “Domenico Siniscalco” e quella di iDO è a Masseria “A. De Vargas”.

L’iniziativa rientra tra le attività del progetto iDO, che iFun (associazione di promozione sociale di genitori di figli con autismo e disturbi psicosensoriali) sta portando avanti col sostegno di Fondazione con il Sud, il cui obiettivo è formare bambini e ragazzi con problematiche psico-sensoriali, per donare loro competenze utilizzabili nel mondo del lavoro da adulti, migliorando la loro autonomia e l’inserimento nella società.

Ma non finisce qui perché Federica, Giulia e  iFun hanno deciso che questo laboratorio fosse utile alla comunità e lo hanno fatto donando le mascherine prodotte a realtà preziose del territorio: all’associazione di volontariato Fratelli della Stazione composta da persone che ogni sera, dal martedì al venerdì, vanno in stazione e portano latte e biscotti ai migranti e ai senza dimora che vivono per strada; all’A.G.A.P.E., Associazione Genitori e Amici Piccoli Emopatici, che opera a sostegno delle famiglie e dei bambini ricoverati presso l’UOC di Oncoematologia Pediatrica di Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo; alla Struttura di Neuropsichiatria Infantile Adolescenziale del Policlinico Riuniti di Foggia.

«Grazie a questo laboratorio i ragazzi si sono relazionati con altre persone, hanno sperimentato le loro abilità e, infine, si sono aperti alla comunità. Questa è per noi l’integrazione, è il nostro modo di costruire nuovi orizzonti», affermano dal direttivo di iFun.

L’associazione, che durante il lockdown non ha mai smesso di proporre attività online rivolte ai ragazzi e alle famiglie, continua ad adoperarsi per stimolare i ragazzi, far apprendere loro nuove competenze e farli essere a servizio e supporto del territorio.

E come ogni anno, in occasione della Festa dei Morti i ragazzi insieme a educatori e volontari – rispettando le norme di sicurezza – hanno realizzate le calze. Quest’anno ne hanno confezionate 2500 e si sono occupati anche delle consegne. Un passo avanti che responsabilizza i giovani e permette loro di essere parte attiva della comunità.

Facebook | Youtube | Sito

Allegati

Totale allegati: 10

nome tipo dimensioni link
Comunicato-iDO-nuove attività Documento / File 113 KB
calze-agape Immagine 321 KB
laboratorio-mascherine Immagine 76 KB
laboratorio-mascherine2 Immagine 78 KB
mascherine-agape2 Immagine 211 KB
mascherine-agape4 Immagine 592 KB
mascherine-agape5 Immagine 547 KB
mascherine-fratellidellastazione Immagine 460 KB
mascherine-iDo Immagine 506 KB
mascherine-neuropsichiatriainfantile Immagine 353 KB

Lascia un Commento

Continuando a navigare su PopCornpress.it, si accetta l'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni

Politica dei cookie
Popcornpress.it usa i cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall’ utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in base al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.
Cookie di Facebook. Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori.
Twitter. Questo social network potrà trattare i tuoi dati personali per consentirle un’esperienza di navigazione arricchita da funzionalità e servizi.
Google+. Attraverso lo script plusone.js potrà trattare i dati personali secondo queste linee guida.
Il sito Popcornpress.it non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser. Il sito Popcornpress.it non utilizza cookie di profilazione propri ma quelli presenti sono esclusivamente controllati da terze parti quali Google, Facebook o Twitter.
Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Gli IP di Google Analytics sono stati anonimizzati. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Un utente può disattivare Google Analytics durante la navigazione utilizzando il componente aggiuntivo disponibile per Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari.
Si possono inoltre:
- cancellare i cookie singolarmente per ciascun dominio,
- nascondere le ricerche,
- settare le impostazioni degli annunci di Google.
Una navigazione senza l’utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Chiudi